VINO SFUSO, UN TREND IN CRESCITA

Nel Regno Unito e negli Stati Uniti sta prendendo sempre più piede la categoria del vino sfuso.

In un anno in cui c’è stata una significativa incertezza commerciale, con il problema del Covid e anche della Brexit, il vino sfuso è stato la categoria di vino che si è sviluppata meglio nel Regno Unito durante i primi 11 mesi dell’anno”.

Nel Regno Unito le importazioni del vino sfuso nell’ultimo anno sono aumentate notevolmente, registrando una crescita dell’11,5% in termini di volume e del 15,5% in valore.

L’Italia ha superato la Spagna come primo Paese fornitore europeo di vino sfuso per il Regno Unito, aumentando del 16,3%, con un gap di +6,4% rispetto alla Spagna”.

Anche negli Stati Uniti il trend del vino sfuso ha registrato una crescita non indifferente, +11,3% in volume e +17.2% in valore. “Il vino sfuso è stato la categoria di vino che si è sviluppata meglio negli Stati Uniti”. Nonostante questa crescita, le esportazioni di vino sfuso italiano negli USA hanno registrato un calo di circa il 20%.

Alcuni Paesi del Nuovo Mondo hanno acquisito negli ultimi anni sempre maggiore importanza per quanto la fornitura di vino sfuso. Tra questi si possono citare Argentina, Australia, Nuova Zelanda e Canada.

L’articolo completo è consultabile qui.

Post Instagram disponibile qui e Facebook qui.

Per favore ruota cellulare in modalità portrait