PICCOLI SEGNALI POSITIVI: IN CRESCITA LA PRODUZIONE DI VINO ITALIANO

Secondo i dati relativi agli imbottigliamenti e alle fascette di Stato la produzione di vino italiano è in crescita.

Nonostante le tante difficoltà che permangono, soprattutto in Europa, qualche segnale positivo, almeno per alcuni dei più importanti territori del vino, sembra arrivare”.

Alcune regioni italiane, infatti, in questi primi mesi del 2021 hanno registrato buoni risultati circa la produzione di vino; numeri che potrebbero suggerire una ripartenza dell’intero settore nei prossimi mesi. In Veneto i vini della Valpolicella stanno registrando tutti segni positivi in termini di imbottigliamento: +10% per il Valpolicella, +12% per il Ripasso e +26% per Amarone e Recioto. “La locomotiva Prosecco Doc, per esempio, continua a correre: nei primi 3 mesi 2021 sono state imbottigliate 121,4 milioni di bottiglie, il 7,4% in più sul 2020”.

In Piemonte, invece, crescono del 13% le fascette per le bottiglie di Barolo e del +1% per Barbaresco, mentre è più variegata la situazione nel Monferrato: se scendono del -6% gli imbottigliamenti della Barbera d’Asti, per esempio, crescono del 13% quelli del Piemonte Barbera”.

Trend positivo, anche, in Toscana dove il Chianti classico ha registrato un +22% in bottiglie vendute e il Brunello di Montalcino un +37% per fascette di Stato consegnate.

Al Sud, tiene bene la Doc Sicilia, dove gli imbottigliamenti, nei primi 3 mesi 2021, hanno toccato i 25 milioni di bottiglie, in crescita dell’1% sullo stesso periodo 2020”.

L’articolo completo di Wine News è disponibile qui.

Per favore ruota cellulare in modalità portrait