IL SOLE 24 ORE INTERVISTA EDOARDO FREDDI

Nell’intervista al nostro Ceo si parla del core business aziendale, dell’andamento dei diversi mercati e dei progetti in corso.

Lavoriamo con cantine di tutte le dimensioni e le aiutiamo a crescere, a innovare con estensioni di prodotto o nuovo packaging, ad aprirsi a mercati consolidati o di nicchia” .

Nel 2020, anno caratterizzato dalla pandemia, le sfide nel settore vitivinicolo non sono di certo mancate ma la nostra società ha risposto bene allo tsunami Covid. Ci siamo, infatti, adattati tempestivamente ed efficacemente alla situazione (fiere e viaggi bloccati): incontrare i clienti e promuovere la nostra offerta tramite videocall.

Nell’intervista, poi, si parla dei trend di mercato dell’ultimo anno. “Siamo riusciti a vendere il vino, soprattutto rosso e con un buon marchio, in catene premium di Danimarca e Svizzera e a penetrare con i vini abruzzesi nel mercato asiatico e russo”. Il rosato, invece, soprattutto quello di prezzo intermedio, non ha avuto lo stesso successo. Edoardo Freddi, inoltre, ribadisce che i mercati asiatici sono quelli che hanno risposto meglio alla crisi. “Ci sono Paesi dove la domanda è sempre stata forte, come Vietnam e Corea: lì sono richiesti moscato e vini pugliesi”.

Il nostro Ceo, infine, nell’intervista de Il Sole 24 Ore parla di alcuni progetti in corso, tra cui quello con Magea Beverages. “Con una startup veronese, stiamo lanciando il vino in lattina nell’Est Europa”.

L’intervista completa è consultabile qui.

Per favore ruota cellulare in modalità portrait